.
Annunci online

tool
Bersani a Titoli: referendum, sì per abolire porcellum. Ho in mente un partito popolare contro il populismo e il Pd è forte
Non è facile comprendere per il nostro elettorato la nostra posizione sul referendum, la scelta infatti oscilla fra il brutto e il non bello, ma davanti ad una scelta del genere bisogna far funzionare la testa, se vince il 'si' potremmo avere un certo scossone, moltissimi sarebbero scontenti. Io preferisco privilegiare, anche se con qualche rischio, l'ipotesi di poter determinare un movimento che faccia in modo che nell'attuale maggiorana il giorno dopo non tiri un'aria buona come prima". Sul referendum elettorale è questa la posizione di Pier Luigi Bersani, ospite ieri sera di Lucia Annunziata, Ritanna Armeni e Claudio Caprara a Titoli. Noi dovremmo chiarire - continua Bersani -  che la nostra posizione deve andare in una direzione che possa incontrare anche le esigenze di forze come quelle di Di Pietro e Rifondazione. Io vado al referendum perché voglio abolire il porcellum e chiamo le altre forze il giorno dopo e dico 'ne facciamo un'altra'.
Per Bersani, non è detto che nelle difficoltà un governo debba perdere consenso, a volte ad un governo capita di perdere consenso quando c'è bel tempo. Ecco perché bisogna riconoscere al presidente del Consiglio che questa cosa l'ha capita e si è sempre fatto vedere in tuta, ma c'è una bella differenza fra il fare il meccanico e saper aggiustare la macchina e mettersi la tuta. Tremonti rappresenta uno che parla di cose concrete, di governo, mentre tutto il resto dello scenario, cominciando da Berlusconi, tende sempre alla trasformazione del tutto in una sorta di palcoscenico, come anche è avvenuto per il terremoto.
Quando si arriva al dunque - spiega Bersani in merito alle prossime elezioni europee -  e il dunque sono le elezioni, le cose cambiano. Io sto girando e credo che noi siamo sottostimati, perché quando arriva il confronto elettorale dai del tuo meglio e la forza c'è, noi abbiamo forza in giro e qualcosa possiamo rimontare.
Ho in testa, conclude Bersani, un partito popolare e non classista, molto radicato nei territori con un linguaggio popolare che possa distruggere il populismo, un partito che esprime un certo modello sociale e che comprenda modifiche nella struttura attuale che permettano al territorio di basare il partito sui capi e le cape locali, pronti a misurarsi per prima cosa a casa propria. Allora si che poi ci potrebbe essere un capo dei capi.

Per vedere la puntata, clicca qui.
21 giugno 2012
mxg in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Warcraft are now hitting the latest level cap Discount Coach Handbags . in variations for ..."
25 febbraio 2012
qwe in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"fffffffffffff"
21 ottobre 2011
batshoes in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"As same as the original designer shoes, Batshoes [url=http://www.batshoes.com]c... ..."
17 ottobre 2011
12312 in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Nick Collins Authentic Jersey Green , Philip Rivers authentic jersey white , Maurice ..."
15 settembre 2011
willdress in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"This quarter, the wedding dress with their own meaning, a-line wedding-dresses as synonymous with ..."