.
Annunci online

tool
Domenica sera su RED lo speciale "Elezioni 2009" in collaborazione con YouDem
Parte alle 22.00 di domenica 7 giugno lo speciale Elezioni 2009 dedicato al commento dei risultati delle elezioni europee, amministrative, comunali e provinciali.
Frutto della collaborazione fra REDtv e YouDem, lo speciale vedrà i direttori dei rispettivi canali in collegamento tra loro. A dare il via contemporaneamente alla diretta saranno, infatti, Claudio Caprara e Walter Verini che, insieme agli ospiti in studio, seguiranno lo spoglio delle schede e ne commenteranno i primi risultati.
Tanti i collegamenti esterni che seguiranno in presa diretta sia le sedi dei comitati elettorali dei candidati alle elezioni europee nelle varie circoscrizioni, sia le principali città dove si è votato per le elezioni amministrative, comunali e provinciali.
La programmazione delle due emittenti proseguirà con ulteriori aggiornamenti e collegamenti in diretta anche nella giornata di lunedì 8 giugno.

Alle 15.15 Claudio Fava ospite di Svolta a sinistra
Alle 15.15 il candidato alle elezioni europee per Sinistra e Libertà Claudio Fava sarà ospite di Luigi Politano a Svolta a Sinistra.
Tra poco Magdi Cristiano Allam ospite di REDazione

Alle 10.20 il candidato Udc Magdi Cristiano Allam sarà ospite di Mario Adinolfi a REDazione

Per vedere l'intervista, clicca qui.

Serracchiani a REDazione: governo si serve degli sbarchi per fare propaganda elettorale, Di Pietro incoerente
La linea deve essere quella che dà il segretario e in questo, a seguirla, dobbiamo essere monolitici. Disciplina e spirito di servizio: bisogna riappropriarsi di termini come questi. Sarebbe opportuno cercare in luoghi diversi dalla interviste sui giornali lo spazio per il confronto con chi non è d’accordo con la linea della segreteria. Queste le parole di Debora Serracchiani, ospite oggi di Simone Collini a REDazione.
I respingimenti - continua Serracchiani commentando la politica del governo Berlusconi in tema di immigrazione - così come sono stati fatti sono una schifezza. In passato abbiamo respinto già degli immigrati, siamo stati in grado di farlo, anche perché non siamo a favore dell’immigrazione irregolare. La verità è che ora siamo in campagna elettorale e il governo si serve di questa cosa. 
Penso solo a far bene la campagna elettorale - ha detto Debora Serracchiani in merito alla candidatura -,  ho ricevuto inviti da moltissimi circoli e il mio impegno sarà quello di muovermi il più possibile per andare in giro a dire che il Pd c’è ed è fatto anche da gente come me, pronta a mettere qualcosa di suo perché la politica prende, ma dà anche molto.
Ho trovato assurda - continua Debora Serracchiani - la scelta di Di Pietro di raccogliere le firme per il referendum e poi dare indicazioni per il "no". Molto incoerente anche la scelta di candidarsi come Berlusconi alle Europee sapendo che poi non metterà piede a Strasburgo. La decisione del Pd di votare "si" è stata accolta dalla stragrande maggioranza del Partito democratico. Io personalmente voterò "si" molto convintamente. Se il "si" passerà ci metteremo al tavolo e vedrete che uscirà una buona legge, sicuramente migliore di quella attuale.

Per vedere l'intervista, clicca qui.
Bersani a Titoli: referendum, sì per abolire porcellum. Ho in mente un partito popolare contro il populismo e il Pd è forte
Non è facile comprendere per il nostro elettorato la nostra posizione sul referendum, la scelta infatti oscilla fra il brutto e il non bello, ma davanti ad una scelta del genere bisogna far funzionare la testa, se vince il 'si' potremmo avere un certo scossone, moltissimi sarebbero scontenti. Io preferisco privilegiare, anche se con qualche rischio, l'ipotesi di poter determinare un movimento che faccia in modo che nell'attuale maggiorana il giorno dopo non tiri un'aria buona come prima". Sul referendum elettorale è questa la posizione di Pier Luigi Bersani, ospite ieri sera di Lucia Annunziata, Ritanna Armeni e Claudio Caprara a Titoli. Noi dovremmo chiarire - continua Bersani -  che la nostra posizione deve andare in una direzione che possa incontrare anche le esigenze di forze come quelle di Di Pietro e Rifondazione. Io vado al referendum perché voglio abolire il porcellum e chiamo le altre forze il giorno dopo e dico 'ne facciamo un'altra'.
Per Bersani, non è detto che nelle difficoltà un governo debba perdere consenso, a volte ad un governo capita di perdere consenso quando c'è bel tempo. Ecco perché bisogna riconoscere al presidente del Consiglio che questa cosa l'ha capita e si è sempre fatto vedere in tuta, ma c'è una bella differenza fra il fare il meccanico e saper aggiustare la macchina e mettersi la tuta. Tremonti rappresenta uno che parla di cose concrete, di governo, mentre tutto il resto dello scenario, cominciando da Berlusconi, tende sempre alla trasformazione del tutto in una sorta di palcoscenico, come anche è avvenuto per il terremoto.
Quando si arriva al dunque - spiega Bersani in merito alle prossime elezioni europee -  e il dunque sono le elezioni, le cose cambiano. Io sto girando e credo che noi siamo sottostimati, perché quando arriva il confronto elettorale dai del tuo meglio e la forza c'è, noi abbiamo forza in giro e qualcosa possiamo rimontare.
Ho in testa, conclude Bersani, un partito popolare e non classista, molto radicato nei territori con un linguaggio popolare che possa distruggere il populismo, un partito che esprime un certo modello sociale e che comprenda modifiche nella struttura attuale che permettano al territorio di basare il partito sui capi e le cape locali, pronti a misurarsi per prima cosa a casa propria. Allora si che poi ci potrebbe essere un capo dei capi.

Per vedere la puntata, clicca qui.
De Magistris a Finimondo: mia candidatura è sconfitta della magistratura, vengo da una cultura di sinistra
La mia candidatura è in effetti una sconfitta della magistratura, ma sono stato in parte costretto a candidarmi dagli eventi. Avrei potuto candidarmi al Parlamento italiano già un anno fa, ma ero ancora titolare di importanti inchieste. Così Luigi De Magistris, l'ex pm e neo-candidato Idv per le Europee, ospite in questi minuti di Mario Adinolfi a Finimondo.
Vengo da una cultura di sinistra, continua De Magistris, e ho sempre votato a sinistra. Non è un caso che mi ritrovi nei valori dell'Idv.
Sulle candidature del Pdl, l'ex pm si augura che Mastella non venga collocato nella Comissione Giustizia Europea perché, afferma De Magistris, come ministro della Giustizia non mi pare abbia fatto grandi cose.
C'è una campagna stampa denigratoria nei miei confronti portata avanti dai giornali di Berlusconi, continua il neo-candidato. Dicono che sono uno "squilibrato", la verità è che sono solo antripologicamente diverso da Facci, Berlusconi e gli altri. Il Giornale non è altro che la prova evidente del conflitto di interesse che è presente nel nostro Paese e che non è stato ancora risolto. Tutta l'opposizione, conclude l'ospite, deve essere unita per contrastare la possibile candidatura del premier a presidente della Repubblica. Io farò quello che posso

Per vedere l'intervista, clicca qui.
Sassoli a Finimondo: 25 aprile, a Berlusconi si deve sempre ricordare qualcosa
Berlusconi bisogna sempre invitarlo a fare qualcosa, invece a noi viene spontaneo ricordare che il 25 aprile è un giorno importante. Sabato sarò in un centro commerciale a parlare di costituzione, ad incontrare la gente comune che va a fare la spesa. Così David Sassoli intervistato da Luca Rossi a Finimondo ha commentato la scelta di Silvio Berlusconi di partecipare per la prima volta alle celebrazioni per il 25 aprile. Sassoli ha anche parlato della sua candidatura e della scelta del Pd di non fare candidature di facciata: “Sono stato molto fortunato nella mia carriera e questa consapevolezza è anche alla base della mia scelta di oggi, credo che nei momenti di crisi, nei momenti difficili, chi ha avuto fortuna debba dividerla con chi ne ha avuta meno. Importante che quando si prende un impegno, poi lo si mantenga. Quando uno chiede consenso – ha continuato il capolista del Pd nel centro Italia – una volta ottenuto, ha il dovere di impegnarsi per il proprio elettorato, il voto dei cittadini è sacro. Usare la vetrina europea o qualsivoglia elezione senza assumersi la responsabilità di un eventuale risultato, è segno di espressioni circensi della politica. Franceschini sta facendo bene. Riscoprire e suscitare scelte pubbliche è una cosa importante, abbiamo vissuto anni di riflusso ed ora è il momento di tornare ad un aspetto pedagogico della politica, certo davanti a noi abbiamo un’avventura complessa, ma intorno alle nostre scelte mi sembra di percepire un sempre più ampio consenso”.
 
Se vuoi vedere il video, clicca qui.
Rosy Bindi a REDazione: liste non sono indice di gradimento sui leader di partito
Sul referendum la maggioranza si sta comportando in modo sprezzante nei confronti della volontà dei cittadini. La legge elettorale è fondamentale, non c'è stata volontà di cambiarla. Così Rosy Bindi, ospite in questi minuti di Simone Collini a REDazione. I nostri elettori, continua Bindi in merito alla decisione di non candidare i vertici del PD nelle liste per le elezioni europee, non ci perdonano i vizi e le scorrettezze, speriamo ci riconoscano le virtù. Le liste, del resto, non sono un sondaggio di gradimento dei leader di partito. Questa linea credo avrà successo.

10.45:
Bindi all'attacco del premier Berlusconi in merito alla partecipazione a manifestazioni per il 25 aprile. Alle celebrazioni per la festa della Liberazione, afferma Bindi, si partecipa in un solo modo e Berlusconi non può rubare la scena per un grande atto di revisionismo storico. Il premier, continua Bindi, esprime in modo normale il rischio di una svolta autoritaria del Paese. Questo è un aspetto che si vede in molte cose e, proprio in nome della democrazia e del 25 aprile, ho il dovere di contrastarlo, perché questo è un pericolo.

Per vedere l'intervista, clicca qui
Intervista a Rutelli su redtv.it
Su www.redtv.it la clip dell'intervista di Antonio Polito al presidente del COPASIR Francesco Rutelli, ospite ieri di REDazione. Tra i temi della puntata, elezioni europee e amministrative, futuro del Pd e nuove alleanze.

Qui la clip
 

 

21 giugno 2012
mxg in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Warcraft are now hitting the latest level cap Discount Coach Handbags . in variations for ..."
25 febbraio 2012
qwe in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"fffffffffffff"
21 ottobre 2011
batshoes in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"As same as the original designer shoes, Batshoes [url=http://www.batshoes.com]c... ..."
17 ottobre 2011
12312 in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Nick Collins Authentic Jersey Green , Philip Rivers authentic jersey white , Maurice ..."
15 settembre 2011
willdress in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"This quarter, the wedding dress with their own meaning, a-line wedding-dresses as synonymous with ..."