.
Annunci online

tool
Il Meglio di RED del 17 giugno
Nella clip de Il Meglio di RED del 17 giugno, Simone Collini ed Enzo Carra a REDazione parlano di Pd e della moratoria sul Congresso proposta dal segretario Dario Franceschini, mentre a Finimondo Mario Adinolfi intervista Gaetano Pecorella sull’esperienza di avvocato del Soccorso Rosso negli anni di Piombo, sul passaggio di esponenti di sinistra in Forza Italia e successivamente nel Pdl e sul video shock del saluto romano della ministra Brambilla.
Al Morning Show si trasmettono e si commentano i servizi di Tg5, Studio Aperto e Tg1 sulla manifestazione dei terremotati abruzzesi a Roma contro il governo, mentre a Svolta a Sinistra Luigi Politano analizza con Umberto Guidoni di Sinistra e Libertà l’esito delle elezioni europee e parla con l’ospite del futuro della nuova formazione politica.
Luca Rossi per Pomeriggio ospita in studio Giorgio Stracquadanio del Pdl per commentare le ultime novità sul "caso Palazzo Grazioli” e la polemica Pdl-D’Alema e, per finire, Paola Di Fraia intervista nello spazio di Global Watch Nicola Pedde - docente di relazioni internazionali ed esperto di Iran - per analizzare l'attuale situazione politica del Paese.
 


Potete iscrivervi al podcast de Il meglio di RED su iTunes oppure sottoscrivere il feed.
Tutte le altre puntate le trovate qui


Serracchiani a REDazione: governo si serve degli sbarchi per fare propaganda elettorale, Di Pietro incoerente
La linea deve essere quella che dà il segretario e in questo, a seguirla, dobbiamo essere monolitici. Disciplina e spirito di servizio: bisogna riappropriarsi di termini come questi. Sarebbe opportuno cercare in luoghi diversi dalla interviste sui giornali lo spazio per il confronto con chi non è d’accordo con la linea della segreteria. Queste le parole di Debora Serracchiani, ospite oggi di Simone Collini a REDazione.
I respingimenti - continua Serracchiani commentando la politica del governo Berlusconi in tema di immigrazione - così come sono stati fatti sono una schifezza. In passato abbiamo respinto già degli immigrati, siamo stati in grado di farlo, anche perché non siamo a favore dell’immigrazione irregolare. La verità è che ora siamo in campagna elettorale e il governo si serve di questa cosa. 
Penso solo a far bene la campagna elettorale - ha detto Debora Serracchiani in merito alla candidatura -,  ho ricevuto inviti da moltissimi circoli e il mio impegno sarà quello di muovermi il più possibile per andare in giro a dire che il Pd c’è ed è fatto anche da gente come me, pronta a mettere qualcosa di suo perché la politica prende, ma dà anche molto.
Ho trovato assurda - continua Debora Serracchiani - la scelta di Di Pietro di raccogliere le firme per il referendum e poi dare indicazioni per il "no". Molto incoerente anche la scelta di candidarsi come Berlusconi alle Europee sapendo che poi non metterà piede a Strasburgo. La decisione del Pd di votare "si" è stata accolta dalla stragrande maggioranza del Partito democratico. Io personalmente voterò "si" molto convintamente. Se il "si" passerà ci metteremo al tavolo e vedrete che uscirà una buona legge, sicuramente migliore di quella attuale.

Per vedere l'intervista, clicca qui.
Rosy Bindi a REDazione: liste non sono indice di gradimento sui leader di partito
Sul referendum la maggioranza si sta comportando in modo sprezzante nei confronti della volontà dei cittadini. La legge elettorale è fondamentale, non c'è stata volontà di cambiarla. Così Rosy Bindi, ospite in questi minuti di Simone Collini a REDazione. I nostri elettori, continua Bindi in merito alla decisione di non candidare i vertici del PD nelle liste per le elezioni europee, non ci perdonano i vizi e le scorrettezze, speriamo ci riconoscano le virtù. Le liste, del resto, non sono un sondaggio di gradimento dei leader di partito. Questa linea credo avrà successo.

10.45:
Bindi all'attacco del premier Berlusconi in merito alla partecipazione a manifestazioni per il 25 aprile. Alle celebrazioni per la festa della Liberazione, afferma Bindi, si partecipa in un solo modo e Berlusconi non può rubare la scena per un grande atto di revisionismo storico. Il premier, continua Bindi, esprime in modo normale il rischio di una svolta autoritaria del Paese. Questo è un aspetto che si vede in molte cose e, proprio in nome della democrazia e del 25 aprile, ho il dovere di contrastarlo, perché questo è un pericolo.

Per vedere l'intervista, clicca qui
21 giugno 2012
mxg in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Warcraft are now hitting the latest level cap Discount Coach Handbags . in variations for ..."
25 febbraio 2012
qwe in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"fffffffffffff"
21 ottobre 2011
batshoes in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"As same as the original designer shoes, Batshoes [url=http://www.batshoes.com]c... ..."
17 ottobre 2011
12312 in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
" Nick Collins Authentic Jersey Green , Philip Rivers authentic jersey white , Maurice ..."
15 settembre 2011
willdress in Laura Boldrini commenta la candidatura di Liberi Nantes al David di Donatello ha scritto:
"This quarter, the wedding dress with their own meaning, a-line wedding-dresses as synonymous with ..."