Blog: http://RED.ilcannocchiale.it

Di Pietro a RED: governo addormenta coscienze come il fascismo, "no" al referendum. E su immigrazione Stato è xenofobo

Siamo in pieno fascismo quando si tolgono spazi all'informazione, quando anche le vicende come Alitalia servono solo a favorire pochi in pieno stile piduista. Oggi non ci sarà l'olio di ricino e il manganello, ma ci sono le veline e la tv commerciale che addormentano le coscienze, e addormentare le coscienze è fascismo. E' durissimo nel giudicare il governo il leader dell'Italia dei valori Antonio Di Pietro, ospite ieri sera di Ritanna Armeni nella terza puntata de Il Ritorno della Tribuna Politica.
Per quanto riguarda i rimpatri - continua Di Pietro - noi abbiamo sempre detto che il clandestino va rimandato a casa, ma dal rimandare a casa e gettare a mare ce ne passa. Non si può lasciare affogare la gente, chi lo permette è uno Stato nazista e xenofobo.
Sul referendum elettorale, Di Pietro assicura che andrà a votare ("perché sono un referendario e ho raccolto anche io le firme per quel referendum"), ma voterà no perché il governo, afferma, non cambierà la legge.
E in tema di alleanze, il leader Idv non chiude al Partito democratico: in occasione della manifestazione di Piazza Navona siamo stati irrisi e criticati per le proteste contro il lodo Alfano. Il Pd non solo si tirò indietro, ma ci disse anche che stavamo sbagliando. Oggi mi pare che molte di quelle cose le dica anche il Pd e il suo segretario. Ma nonostante tutto - conclude l'ex pm - se ci dovessero essere nuove elezioni, sarebbe doveroso ricandidarsi insieme al Partito democratico.

Per guardare la puntata, clicca qui.  

Pubblicato il 12/5/2009 alle 11.35 nella rubrica Notizie.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web