Blog: http://RED.ilcannocchiale.it

Liberi Nantes al David di Donatello

Liberi Nantes al David di Donatello Liberi Nantes Football Club, il lungometraggio sulla prima squadra interamente composta da rifugiati e migranti forzati, prodotto da RED TV in associazione con la Società Sportiva Liberi Nantes, è stato selezionato per il concorso David di Donatello 2010, sezione documentari.

Diretto da Francesco Castellani e ispirato all’omonima docu-fiction seriale andata in onda su Red la scorsa stagione, il film racconta le vicende del Campionato di Calcio di Terza Categoria disputato a Roma nella stagione 2009 dai Liberi Nantes Football Club, unica squadra del mondo, insieme con il Barcellona, a essere patrocinata dalle Nazioni Unite. E che porta sulle magliette il simbolo dell’UNHCR, Alto Commissariato Onu per i rifugiati.

Nato dal “verity show” andato in onda su Red nel 2009, tutto giocato sul contrasto tra la dura realtà dell’immigrazione da un lato, il linguaggio e le illusioni dei reality televisivi dall’altro, il film documentario selezionato per il concorso David di Donatello è stato presentato come evento speciale all’ultima edizione della festa del cinema di Roma, alla presenza del presidente della Fondazione ItalianiEuropei Massimo D’Alema e del portavoce dell’Unhcr Laura Boldrini.



Liberi Nantes Football Club racconta le storie di vita e di integrazione tra gli italiani fondatori della squadra e i tanti ragazzi in fuga da guerre e dittature. Vite costrette all’anonimato, alla separazione spesso definitiva dalle proprie case e famiglie raccontate mescolando linguaggi narrativi e televisivi, per dimostrare che un altro calcio è ancora possibile. La squadra è composta da 25 atleti di origine eritrea, afgana, etiope, irakena, nigeriana, sudanese e i cui colori sociali sono quelli delle Nazioni Unite. Vivono in centri di accoglienza, sono rifugiati e richiedenti asilo e far parte di questo club rappresenta per loro un importante elemento di appartenenza e identità. La Liberi Nantes A.S.D nasce nel 2007, su iniziativa di un gruppo di appassionati volontari, con la collaborazione di importanti realtà che danno assistenza e sostegno ai migranti forzati sul territorio, primo su tutti il Centro Astalli, e con il sostegno costante la Fondazione Don Luigi Di Liegro e dell’UISP di Roma. Il Liberi Nantes F.C. è la prima e unica squadra, a carattere permanente, interamente composta da rifugiati e richiedenti asilo. Una scommessa generosa e difficile. Un mix di culture e storie umane, di vicende personali e familiari che si intrecciano con la grande storia e con i tanti conflitti irrisolti che infiammano il pianeta. Uomini dispersi e minacciati che hanno accettato di partecipare a un progetto comune. Un progetto di squadra, di unione e di lavoro che meritava di essere raccontato al pubblico televisivo; un progetto generoso che fa dell’integrazione e della comprensione umana il suo nucleo fondante; una risposta di appartenenza, condivisione, recupero delle identità e di uscita dal buio, che ora è anche un film.

Pubblicato il 8/3/2010 alle 13.27 nella rubrica Cose che accadono.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web